Lo scarica barile



Di solito siamo sempre attenti a pubblicare informazioni propositive, oggi non sarà così.

Volevamo raccontare la nostra odissea con la stampante che doveva dare una svolta alla nostra attività, nel senso positivo, e invece è negativa.

A giugno 2020, in piena crisi Covid, abbiamo inserito la stampante Mark Two di Markforged, sulla carta rivoluzionaria e da feedback confortanti.

Ad oggi, non siamo riusciti a fare un pezzo presentabile, è stata più tempo in assistenza che nella nostra sede.

Per noi, che avevamo già ordini in mano e che coprivano la spesa in tempi brevi, è stata una mazzata peggiore del Covid.

Faccio presente che stiamo parlando di una stampante a filo del costo (accessori e leasing compreso) di 27k.

Il primo blocco e relativa riparazione dopo un'ora di utilizzo....

Oggi ci troviamo una società di leasing che sbologna il problema al rivenditore, il rivenditore che si sbatte a proprie spese per cercare di risolvere il problema, e il produttore che vive su un altro pianeta e non riesce a fare altro che proporre prove su prove nel totale menefreghismo di costi, mancata produzione e danni di immagine.

La cosa che più fa arrabbiare, è che tali signori spacciano come materiali da utilizzo Onix e Nylon, quando, loro documentazione scritta, il nylon è sconsigliato utilizzarlo perchè non riescono a dare un risultato soddisfacente e su questo ci stanno ancora lavorando.

Ma è normale reclamizzare un tipo di risultato per poi dire che non funziona e che è sconsigliato?

Non si chiama truffa o raggiro questa cosa?

Chiedo per un amico, sia chiaro

In tutto questo ringrazio Seila e Davide di Pace Spa per la loro disponibilità, sempre pronti e presenti ma che a loro volta si sono trovati il muro di gomma di Markforged.

 

 

 

 


Galleria


Video